Bormio

Bormio


Bormio, the wellness mountain: vacanza attiva tutto l’anno

Già Leonardo da Vinci, nel 1492, aveva intuito le straordinarie potenzialità di Bormio: “In cima alla Valtolina c’è Burmi. Montagne sempre piene di neve. A Burmi sono i Bagni”. Tanta neve, le terme e una posizione eccezionale: qualità che ancora oggi fanno di Bormio un comprensorio montano unico.

La sua fama è legata innanzitutto allo sci: per 20 anni sede della discesa maschile di Coppa del Mondo, Bormio ha ospitato anche i Mondiali di sci alpino nel 1985 e nel 2005. Nel suo complesso, Bormio insieme al ghiacciaio del Passo Stelvio e ai comuni limitrofi di Valdidentro, Valdisotto e Valfurva conta 180 chilometri di piste di sci alpino e nordico, oltre a numerosi itinerari da percorrere con gli sci d’alpinismo e con le ciaspole all’interno del Parco Nazionale dello Stelvio. Senza dimenticare ovviamente snowboard e freeride: per gli appassionati ogni anno viene allestito lo snowpark a Bormio 2000 e sono disponibili anche due zone freeride dove surfare in massima sicurezza. E per chi vuole vivere le emozioni dello sci tutto l’anno, da fine maggio ai primi di novembre, è possibile cimentarsi con le più importanti squadre nazionali di sci alpino e nordico in ritiro sul ghiacciaio dello Stelvio (2.760 – 3.450 m), la più vasta area sciabile estiva delle Alpi.

Ma Bormio non è solamente la patria degli sciatori: i ciclisti troveranno pane per i loro denti cimentandosi su alcune delle più grandi salite che hanno contribuito a fare la storia di questa disciplina in Italia e nel mondo, nomi epici come Stelvio, Gavia e Mortirolo. E per gli amanti della mtb, tanti sentieri e il Bike Park, da Bormio 3000 a Bormio paese, ideale per gli amanti del downhill, del freeride e del cross-country. E, d’inverno, cosa di meglio di un’escursione in bici sulla neve con le fat bike?

Gli amanti del trekking e del nordic walking hanno a disposizione oltre 600 km di tracciati, di diverso livello di difficoltà, in grado di accontentare tutti, dalle famiglie agli alpinisti più esperti. E a fare da sfondo, c’è uno scenario mozzafiato: dalle grandi cime del gruppo Ortler Cevedale fino ai paesaggi incontaminati del Parco Nazionale dello Stelvio, dove tra l’altro è facile avvistare tanti animali selvatici. Qui infatti, nell’area protetta del Parco, tra maestosi boschi di conifere, vivono stabilmente cervi, caprioli, camosci e stambecchi; senza dimenticare la marmotta, il gufo reale, l’aquila (simbolo del Parco) e il gipeto, l’avvoltoio delle Alpi.

Inoltre Bormio offre ai suoi ospiti un campo da golf a nove buche, un palazzo del ghiaccio coperto (dove si allenano numerose squadre nazionali e internazionali di short track), una pista di curling – una delle poche in Italia – campi da tennis, calcio e piste ciclabili. Oltre alla possibilità di praticare equitazione, arrampicata, sleddog (in inverno) o husky trekking (d’estate), go kart, parapendio (in inverno), biathlon e molto altro.

Accanto a tutto questo sport, non poteva mancare il wellness: Bormio è famosa in tutto il mondo per le sue calde acque termali naturali (37°-43°), conosciute fin dai tempi degli antichi Romani. Bormio Terme (convenzionato con il Sistema Sanitario Nazionale), QC Terme Bagni Nuovi e QC Terme Bagni Vecchi offrono oltre settanta differenti tipi di pratiche termali, comprese vasche e piscine interne ed esterne accessibili dodici mesi l’anno, con la possibilità inoltre di provare massaggi, fanghi, trattamenti estetici e molto altro ancora.

Bormio tuttavia non è solo sport e divertimento, ma anche arte, cultura e storia: una passeggiata nello splendido centro storico con le chiese, i palazzi e i musei, permette di immergersi nell’atmosfera d’altri tempi di quella che fu, per settecento anni, una piccola democrazia comunale al centro delle Alpi. Tra le principali tradizioni di Bormio, il Palio delle Contrade, il Carneval di Mat e, i Pasquali, carri allegorici artigianali a tema religioso portati in sfilata il giorno di Pasqua dalla popolazione in costume tipico per portare in sfilata i Pasquali.

Infine, non si può tralasciare la straordinaria gastronomia valtellinese: dagli “sciatt” (frittelline di grano saraceno con un cuore caldo e filante di formaggio) serviti come antipasto insieme a bresaola, salumi e formaggi locali fino ai famosi pizzoccheri e ai “malfatti”. Tra i secondi, dominano le carni con i salmì di selvaggina, accompagnati da polenta taragna, funghi porcini e finferli. Non si possono naturalmente dimenticare i formaggi tipici, su tutti Bitto e Casera e, tra i dolci, la bisciola. Altra eccellenza valtellinese sono i vini rossi, tra i quali spicca lo Sforzato, e gli amari bormini – Braulio e Taneda – preparati con erbe aromatiche locali.

Photo Credits @RobyTrab.com

Il maestro 


Jorge Daniel Tudino è maestro di Bormio Golf Club dal 1996 e organizza lezioni per chiunque voglia avvicinarsi al mondo del Golf.

Scopri di più

Il percorso


Il percorso rispecchia pienamente le esigenze del golfista: situazioni non ripetitive, una giusta difficoltà nel gioco, che impegni i bravi e diverta i principianti.

Scopri di più

Bormio Golf ti offre

Le iscrizioni sono aperte!

Consulta il programma e non esitare ad iscriverti

Ristorante Buca 19

È un esclusivo ristorante che si trova all'interno della splendida cornice del Golf Club House Burel di Bormio.

Campo pratica

Per perfezionare ogni tipo di colpo Bormio Golf mette a disposizione di tutti i giocatori un campo pratica con 11 postazioni coperte.

Campo 9 Buche

Il progetto del percorso golf della "Fornace" è opera dell'architetto Mario Verdieri di St. Moritz

Bormio, the wellness mountain: vacanza attiva tutto l’anno

Scopri Bormio e le numerose attività all'aria aperta tutto l'anno.

News ed eventi

© 2016 Bormio Golf. All rights reserved  Web agency Ueppy